Bitcoin, Ethereum, Ripple, Litecoin, Bitcoin Cash, EOS, Binance Coin, Stellar, Cardano, TRON: Analisi dei prezzi, 8 aprile

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Secondo l'analista di Bloomberg Intelligence Mike McGlone, dopo la recente impennata dai minimi, un indicatore ha raggiunto livelli overbought che non si vedevano da dicembre 2017. Storicamente, livelli overbought del genere hanno spesso dato luogo a ribassi della durata di diverse settimane, e McGlone crede che ne arrivi uno anche stavolta.

Molte volte, i segnali forniti dagli indicatori risultano falsi, soprattutto in prossimità del bottom, perché il sentiment impiega parecchio tempo per cambiare. Per i trader è difficile diventare ottimisti dopo una fase ribassista così lunga. In numerose occasioni, la prima impennata dai minimi può raggiungere livelli overbought, che non sono tuttavia accomunabili a quelli rilevati dopo una fase rialzista prolungata.

Anche se è possibile assistere ad un lieve consolidamento o ad una correzione, un nuovo test dei minimi annuali sembra improbabile, soprattutto se si considera che molte altcoin si trovano ormai ben lontane da tali soglie, e sembrano aver dato inizio ad un nuovo trend rialzista.

BTC/USD

Bitcoin (BTC) è salito momentaneamente sopra i 5.300$, per poi subire una lieve contrazione. Continua a salire gradualmente ormai da quattro giorni, anche se l'RSI è in territorio profondamente overbought. Questo è un segnale rialzista. Se non ci saranno correzioni nei prossimi giorni, i trader in attesa di cali saranno costretti ad aprire posizioni long a livelli alti. Quindi, un'impennata a 5.900$ sembra plausibile. Le medie mobili in crescita mostrano che i rialzisti sono fermamente al comando.

BTC/USD

Al contrario, se la coppia BTC/USD dovesse scendere dai livelli attuali, potrebbe trovare supporto vicino ai 4.800$, e successivamente a livello dell'EMA a 20 giorni. Se entrambi i supporti dovessero cedere, potremmo assistere ad una caduta a 4.255$. Questa soglia rappresenta un supporto critico: un suo breakdown significa che l'ultimo rialzo era solo un'impennata in un mercato ribassista. Tuttavia, osservando i grafici, crediamo che le probabilità che ciò avvenga siano molto basse.

Dato che l'RSI è profondamente overbought, ci aspettiamo una lieve correzione o un consolidamento per un paio di giorni, dopo la quale dovrebbe continuare l'uptrend. I trader possono mantenere lo stop loss sulle posizioni long rimanenti a 4.400$.

ETH/USD

Il 7 aprile, Ethereum (ETH) ha chiuso (fuso orario UTC) sopra la resistenza dei 167,32$. Perciò, ha completato un pattern a triangolo ascendente che ha un target di 251,64$. Tuttavia, c'è ancora una forte resistenza a 220$. In base alla performance che la valuta digitale avrà vicino alla resistenza, potremmo consigliare di riscuotere le posizioni per intero, oppure di spostare gli stop molto vicino.

ETH/USD

La nostra previsione rialzista non sarà valida se la coppia ETH/USD non riuscirà a superare il retest della soglia di breakout (167,32$). In tal caso, potremmo assistere ad un calo all'EMA a 20 giorni, che potrebbe estendersi fino all'SMA a 50 giorni. Per ora, i trader possono mantenere lo stop loss delle posizioni long rimanenti a 150$. Sposteremo gli stop tra un paio di giorni.

XRP/USD

Ripple (XRP) è in un range ristretto da due giorni. Ci piace che sia rimasta sopra gli 0,33108$, tuttavia, lo stallo è sintomo di una scarsa domanda a livelli più alti.

XRP/USD

Se il sentiment generale dovesse diventare negativo, potremmo assistere ad un calo a quota 0,33108$. Questo supporto è molto importante, poiché è vicino all'EMA a 20 giorni. Se la coppia XRP/USD dovesse rimbalzare dal supporto, avremo un chiaro segno di forza. Invece, in caso di breakdown, potremmo assistere ad una correzione verso 0,27795$.

Se il prezzo dovesse scavalcare la soglia degli 0,37835$, la criptovaluta potrebbe guadagnare momento, raggiungendo velocemente 0,45$. Non abbiamo trovato alcun setup vantaggioso, perciò non consigliamo di effettuare trade.

LTC/USD

Litecoin (LTC) ha di nuovo superato la resistenza dei 91$ il 6 e il 7 aprile, senza però rimanerci sopra. I ribassisti proveranno a riportare la valuta digitale a livello dell'EMA a 20 giorni, che rappresenta un forte supporto.

LTC/USD

Se la coppia LTC/USD dovesse rimbalzare dall'EMA, o cambiare direzione dai livelli attuali, proverà a superare quota 100$. In caso di successo, potremmo assistere ad un'impennata a 159$, e successivamente a 180$. Dato che entrambe le medie mobili sono in rialzo e l'RSI rimane in zona overbought, i rialzisti sono ancora in vantaggio.

La nostra previsione non sarà valida se i ribassisti porteranno la coppia sotto entrambe le medie mobili. In tal caso, non è da escludere un periodo di azione range bound. Attenderemo un rimbalzo da uno dei supporti prima di proporre di nuovo delle posizioni long.

BCH/USD

I tentativi di superare i 320$ da parte dei rialzisti sono falliti. Bitcoin Cash (BCH) sta affrontando una buona fetta di profit booking, che può trascinare la criptovaluta verso 265$. Se tale supporto dovesse cedere, potremmo assistere ad una caduta a quota 239$. Entrambe le medie mobili sono in rialzo e l'RSI è in zona overbought, quindi i rialzisti sono al comando.

BCH/USD

Se il supporto a 265$ dovesse reggere, la coppia BCH/USD proverà di nuovo a raggiungere il picco di 363,30$. Sopra tale livello, potremmo assistere ad un'impennata a quota 400$. BCH è famosa per le sue impennate verticali, quindi consigliamo ai trader di mantenere gli stop sulle posizioni long rimanenti a quota 230$. Il trend diventerà ribassista in caso di breakdown e chiusura (fuso orario UTC) sotto 239$.

Mati Greenspan di EToro analizza i recenti movimenti di mercato. Fonte: Cointelegraph

EOS/USD

EOS fa fatica a rimanere sopra 5.50$, e potrebbe scendere all'EMA a 20 giorni a causa del profit booking. Tuttavia, l'uptrend rimane intatto, dato che entrambe le medie mobili sono in rialzo e l'RSI è in zona overbought. Se la valuta digitale dovesse rimbalzare dai 5$ o dall'EMA, proverà di nuovo a raggiungere l'ultimo target di 6,8299$.

EOS/USD

La coppia EOS/USD ha un forte supporto a 4,4930$. In caso di breakdown, il trend diverrà negativo. Se dovesse invece reggere, potremmo assistere ad un'azione range bound tra 4,4930$ e 6,8299$. I trader possono mantenere lo stop loss sulle posizioni long rimanenti a 4,80$.

BNB/USD

Binance Coin (BNB) non riscontra acquisti oltre i 20$. Il profit booking ha trascinato il prezzo verso il supporto orizzontale. Anche l'EMA a 20 giorni si trova appena sotto questo supporto, quindi, ci aspettiamo che i rialzisti la difendano con forza. In caso di breakdown dell'EMA, potremmo assistere ad un crollo verso la SMA a 50 giorni. I trader possono impostare lo stop loss sulle restanti posizioni long appena sotto dell'EMA a 20 giorni.

BNB/USD

Al contrario, se la coppia BNB/USD dovesse recuperare dai livelli attuali, proverà di nuovo a superare la zona di resistenza 20$ - 22$. Se dovesse riuscirci, potremmo assistere ad un nuovo test del record storico. Entrambe le medie mobili son in rialzo, e l'RSI è in territorio positivo, quindi il trend rimane rialzista. La coppia diventerà negativa in caso di breakdown sotto 14$.

XLM/USD

Stellar (XLM) continua a riscontrare vendite vicino alla resistance line. Questo dimostra che i ribassisti sono attivi a livelli più alti. Tuttavia, con entrambe le medie mobili in salita e l'RSI quasi in zona overbought, prevediamo che i ribassisti tenteranno nuovamente di superare la linea di resistenza.

XLM/USD

Il primo livello da tenere d'occhio è a 0,14861760$. La linea di downtrend a lungo termine si trova vicino a questa soglia, e proprio per questo rappresenta un ostacolo importante: se la coppia XLM/USD dovesse superarlo, sarà un segnale di un probabile cambio di trend.

La nostra previsione rialzista non sarà valida se la coppia scenderà sotto l'EMA a 20 giorni, mossa alla quale potrebbe seguire un crollo verso la SMA a 50 giorni. I trader possono mantenere lo stop loss delle posizioni long rimanenti a 0,1130$.

ADA/USD

Cardano (ADA) fa fatica a superare 0,094256$, e ciò spinge i trader a riscuotere i loro profitti. I supporti più vicini si trovano a 0,082952$ e a livello dell'EMA a 20 giorni. Pensiamo che uno di questi reggerà.

ADA/USD

Entrambe le medie mobili sono in rialzo e l'RSI è in zona overbought: ciò indica che il trend è comunque rialzista. Un breakdown dell'EMA a 20 giorni sarà il primo segnale dell'indebolimento dell'uptrend.

Al contrario, se la coppia ADA/USD dovesse rimbalzare da 0,082952$, proverà di nuovo a superare quota 0,094256$. Dopo il breakout, il prossimo livello da tenere d'occhio è a 0,112598$, e successivamente quota 0,20$. I trader possono mantenere lo stop loss sulle posizioni long rimanenti a 0,080$.

TRX/USD

Il 7 aprile, Tron (TRX) ha chiuso sopra la resistenza a 0,02815521$. Ciò attivato la proposta della nostra analisi precedente. I trader possono mantenere lo stop loss a 0,24$.

TRX/USD

Entrambe le medie mobili sono di nuovo in rialzo, indice che i rialzisti sono al comando. Se la coppia TRX/USD riuscirà a mantenere il breakout, potremmo assistere ad un'impennata a 0,040$, e successivamente a 0,0480$.

La nostra previsione rialzista non sarà valida se la coppia scivolerà sotto 0,02815521$.

I dati di mercato sono forniti dall'exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono forniti da TradingView.