Bitcoin, Ethereum, Ripple, Litecoin, Bitcoin Cash, EOS, Binance Coin, Stellar, Cardano, TRON: Analisi dei prezzi, 5 aprile

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Le ricerche su Google per il termine "Bitcoin" sono triplicate durante i recenti rialzi: questo dimostra che l'interesse nelle criptovalute è ancora alto. Se i prezzi riuscissero ad ottenere una ripresa, numerosi trader potrebbero tornare nel mercato.

Nonostante la ripresa rappresenti un segnale chiaramente positivo, per confermare questa crescita anche nel lungo termine è necessario che Bitcoin venga adottato su larga scala, e divenga pertanto utilizzabile nelle transazioni di ogni giorno. Il celebre imprenditore ed educatore Andreas Antonopoulos crede che la prossima generazione di prodotti renderà Bitcoin finalmente appetibile per il consumatore medio: allo stato attuale, l'utilizzo della criptovaluta risulta poco intuitivo, e pertanto limitato ad individui con profonde conoscenze informatiche. 

In un recente resoconto, la start-up DataLight ha previsto che Bitcoin continuerà a crescere in maniera esponenziale, arrivando a superare i principali sistemi di pagamento globali come VisaMasterCard e PayPal. Nonostante siano gli elementi fondamentali a determinare il prezzo a lungo termine, i movimenti a breve termine vengono perlopiù guidati dal sentimento generale: diamo un'occhiata ai grafici alla ricerca di potenziali opportunità d'acquisto.

BTC/USD

Nelle nostre analisi precedenti, avevamo previsto il target di Bitcoin (BTC) a 5.273,91$: in data 2 aprile, la criptovaluta ha raggiunto in massimo infragiornaliero di 5.273,35$. Ai livelli più alti i trader hanno tuttavia deciso di confermare i propri profitti, spingendo nuovamente il prezzo a 4.914,11$.

In basso, il livello a 4.775$ ha fornito un solito supporto: un segnale molto positivo.

BTC/USD

Attualmente la coppia BTC/USD sta tentando di riprendere il proprio movimento verso l'alto. Se riuscisse a superare quota 5.273,35$, potrebbe velocemente impennare a 5.674$ e successivamente a 5.900$. Per questo motivo avevamo consigliato di confermare soltanto profitti parziali. Ciononostante, l'RSI mostra che la moneta è stata acquistata in maniera eccessiva: la coppia potrebbe consolidarsi ai livelli correnti.

La nostra visione rialzista verrebbe invalidata nel caso in cui la moneta scivolasse a 4.500$: in tal caso, i trader dovrebbero incrementare lo stop loss per le rimanenti posizioni long a 4.400$.

ETH/USD

Ethereum (ETH) non è riuscito ad ottenere una chiusura sopra i 167,32$, in quanto le vendite si sono intensificate ai livelli più alti. Ciononostante, il pullback ha trovato supporto attorno ai 150$.

ETH/USD

Attualmente i rialzisti stanno tentando di oltrepassare la resistenza a 167,32$: in caso di successo, la coppia ETH/USD completerebbe un pattern rialzista a triangolo ascendente, il cui target è posizionato a 251,64$.

Se, contrariamente alla nostra opinione, la criptovaluta scivolasse sotto il supporto a 144,78$, il declino potrebbe estendersi fino alla trendline del triangolo ascendente. I trader dovrebbero spostare lo stop loss per le rimanenti posizioni long a 150$.

XRP/USD

Come previsto, Ripple (XRP) è tornato ai livelli di breakout del 2 e 3 aprile: si tratta di un segnale positivo. Attualmente il prezzo ha ottenuto un rimbalzo dal supporto, e si sta spostando verso il primo target a 0,40$.

XRP/USD

Nel caso in cui la moneta superasse la resistance line del canale, indicherebbe la fine del downtrend. Nel medio termine, è probabile che la coppia XRP/USD raggiunga i 0,60$. La nostra visione rialzista verrebbe invalidata nel caso in cui il prezzo scivolasse sotto i 0,33108$, in quanto indicherebbe una mancanza di domanda ai livelli più alti. Consiglieremo l'apertura di nuove posizioni long soltanto quando la moneta riuscirà a rimanere sopra il canale per almeno qualche giorno.

LTC/USD

Litecoin (LTC) ha superato la resistenza a 91$, ma ha dovuto affrontare delle vendite attorno ai 100$. A nostro parere 91$ agirà da solido supporto. L'RSI mostra che la moneta è stata acquistata in maniera eccessiva: per questo motivo nella nostra precedente analisi avevano consigliato di chiudere completamente le proprie posizioni long.

LTC/USD

Il pullback della coppia LTC/USD ha trovato supporto a 80,4193$, e sta ora tentando di ottenere un breakout sopra i 91$. In caso di successo, il prossimo livello chiave si trova a 159$. Ciononostante, nel caso in cui i ribassisti riuscissero a difendere la resistenza a 91$, potremmo assistere ad un crollo a 77$. Attenderemo la formazione di nuove configurazioni d'acquisto prima di consigliare l'apertura di posizioni long.

BCH/USD

Bitcoin Cash (BCH) è impennato a 363,30$, quasi arrivando al nostro target di 400$. Ma i livelli più alti hanno attirato delle vendite, portando ad una leggera contrazione dei prezzi.

BCH/USD

Dopo un incremento del 117,57% in appena due giorni, la coppia BCH/USD potrebbe consolidarsi per qualche tempo prima di tentare nuovamente la scalata verso quota 400$. In basso, i supporti si trovano a 265,14$ e 241,97$, vale a dire il livello del ritracciamento Fibonacci 50 e 61,8 percento.

Nel caso in cui i ribassisti riuscissero a spingere il prezzo sotto i 239$, il declino potrebbe estendersi fino a 208,99$ o persino a 166,98$, completando un ritracciamento al 100%. I trader dovrebbero pertanto spostare lo stop loss per le proprie posizioni long a 230$.

EOS/USD

EOS ha raggiunto il proprio target a 5,8370$, ma non è riuscito a sostenere i livelli più alti. Il successivo pullback ha trovato supporto a 4,90$. Al momento i rialzisti stanno tentando di spingere il prezzo sopra quota 6$, e verso il proprio target a 6,8299$. Le medie mobili sono in aumento e l'RSI è estremamente positivo: il mercato è nelle mani dei rialzisti.

EOS/USD

In basso è presente un supporto a 4,4930$, un livello che precedentemente rappresentava una resistenza. La EMA a 20 giorni si trova poco sotto. Se tale livello dovesse reggere, la coppia EOS/USD potrebbe rimanere range bound fra i 4,49$ e i 6,8299$ per qualche altro giorno. Ma se invece venisse infranto, rappresenterebbe un segnale di debolezza.

I trader dovrebbero difendere le proprie posizioni long spostando lo stop loss a 4,8$. 

BNB/USD

Da due giorni a questa parte Binance Coin (BNB) si è consolidato sopra i 18$: un segnale positivo. La criptovaluta sta prendendo una pausa dopo l'incredibile impennata degli ultimi giorni.

Nel caso in cui i rialzisti riuscissero a superare la resistenza a 22$, potremmo assistere ad un nuovo test del massimo storico a 26,4732350$. La criptovaluta rimane in forte uptrend, in quanto entrambe le medie mobili sono in aumento e l'RSI è estremamente positivo. I trader dovrebbero continuare a spostare il proprio stop loss verso l'alto, questa volta poco sotto la EMA.

BNB/USD

La coppia BNB/USD viene attualmente scambiata all'interno del canale ascendente. Un breakdown dal canale e dalla EMA rappresenterebbe il primo segnale che la ripresa sta perdendo vigore. Un crollo sotto il minimo infragiornaliero a 15,5624721$ porterebbe ad ulteriori vendite, facendo scivolare il prezzo sotto la SMA a 50 giorni. Se anche questo livello venisse infranto, il trend diverrebbe ribassista.

XLM/USD

Incapace di superare la resistance line, Stellar (XLM) ha trovato supporto appena sopra la EMA a 20 giorni. Come suggerito nella nostra precedente analisi, i trader dovrebbero aver chiuso parte delle proprie posizioni long.

XLM/USD

Se i rialzisti riuscissero a superare la prossima resistenza, potremmo assistere ad un'impennata a 0,14861760$. Quest'ultimo livello rappresenta una dura resistenza, in quanto anche la downtrend line si trova qui. In basso, la EMA a 20 giorni agirà da solido supporto. Entrambe le medie mobili sono in aumento e l'RSI è fortemente positivo: attualmente i rialzisti hanno il controllo del mercato.

Nel caso in cui la coppia XLM/USD riuscisse ad oltrepassare la downtrend line, segnalerebbe la fine del downtrend. I trader dovrebbero mantenere lo stop loss al breakeven per le posizioni rimanenti.

ADA/USD

Sopra quota 0,094256$, Cardano (ADA) ha dovuto affrontare delle vendite. Il giorno successivo è pertanto scivolato a 0,081791$, ottenendo tuttavia una rapida ripresa. Al momento i rialzisti stanno tentando di spingere la moneta ancora una volta al di sopra della resistenza.

In caso di successo, un'impennata a 0,112598$ diverrebbe probabile. Oltrepassato questo livello, non è presente alcuna resistenza fino a 0,20$: i trader dovrebbero spostare lo stop loss per le rimanenti posizioni long a 0,080$.

ADA/USD

Il trend rimane nel complesso rialzista, con entrambe le medie mobili in aumento e l'RSI in positivo. Ma dopo un simile rialzo, non dobbiamo escludere la possibilità di un pullback o di un consolidamento. Nel caso in cui il prezzo scivolasse sotto quota 0,081791$, la coppia ADA/USD dovrebbe affrontare una correzione: il primo supporto si trova alla EMA a 20 giorni.

Finché il trend rimarrà rialzista, i trader dovrebbero acquistare i ribassi.

TRX/USD

Tron (TRX) non è riuscito a sostenere il breakout sopra quota 0,02815521$. Ha tuttavia trovato supporto alla EMA a 20 giorni. Attualmente i rialzisti stanno tentando di superare nuovamente la resistenza.

In caso di successo, potremmo assistere all'inizio di un nuovo uptrend. I trader dovrebbero pertanto attendere una chiusura sopra 0,02815521$ prima di procedere con l'apertura di posizioni long. Per il momento lo stop loss andrebbe mantenuto a 0,024$.

TRX/USD

In alto, il primo target si trova a 0,040$. Se questo livello venisse superato, l'impennata potrebbe stendersi fino a 0,0480$. La EMA a 20 giorni è in aumento e l'RSI è fortemente positivo: la via più probabile è verso l'alto.

La nostra visione rialzista verrebbe invalidata nel caso in cui la coppia TRX/USD non riuscisse a superare quota 0,02815521$, scivolando al di sotto delle medie mobili.

I dati di mercato sono forniti dall'exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono forniti da TradingView.