Bitcoin, Ethereum, Ripple, Litecoin, EOS, Bitcoin Cash, Binance Coin, Stellar, Tron, Cardano: Analisi dei prezzi, 15 marzo

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

In una recente intervista, il Presidente della Securities and Exchanges Commission (SEC) Jay Clayton ha affrontato il tema degli ETF sul Bitcoin, dichiarandosi ancora preoccupato per quanto riguarda la protezione degli investitori. A suo parere è tuttavia possibile realizzare degli ETF basati su criptovalute che possano soddisfare i requisiti dell'organo di regolamentazione.

Ciononostante, il Chicago Board Options Exchange (CBOE) ha confermato che non pianifica l'aggiunta di un nuovo contratto future basato sul Bitcoin. Il future presente al momento, XBTM19, scadrà a giugno.

Tom Lee, celebre analista e fondatore di Fundstrat Global Advisors, ha ancora una volta elogiato il miglioramento degli elementi fondamentali di Bitcoin. A suo parere infatti entro i prossimi sei mesi la moneta potrebbe ottenere una notevole ripresa.

BTC/USD

Bitcoin (BTC) sta tentando di ottenere un rimbalzo dalla EMA a 20 giorni e superare la resistenza psicologica a 4.000$. Entrambe le medie mobili sono in graduale aumento, e il supporto alla EMA viene difeso da svariati giorni, confermando il desiderio d'acquisto ai livelli inferiori.

Sopra i 4.000$, prevediamo una rapida impennata a 4.255$. Nel caso in cui i rialzisti riuscissero ad oltrepassare anche questo livello, verrebbe completato il double bottom pattern, il cui target è a 5.273,91$.

BTC/USD

Al contrario, se dopo aver toccato i 4.000$ la coppia BTC/USD scivolasse fino alla SMA a 50 giorni, indicherebbe profit booking e apertura di posizioni short ai livelli più alti.

In basso è presente un'area critica fra i 3.355$ e i 3.236,09$: un ulteriore breakdown da questo supporto sarebbe uno sviluppo estremamente negativo. I trader dovrebbero pertanto mantenere lo stop loss per le proprie posizioni long poco sotto i 3.236,09$.

ETH/USD

Ethereum (ETH) ha difeso con successo il supporto a 134,50$. I rialzisti stanno tentando di spingere il prezzo a 144,78$. Entrambe le medie mobili sono piatte e l'RSI è neutrale: è presente un forte equilibrio fra acquirenti e venditori.

ETH/USD

Se la coppia ETH/USD ottenesse uno slancio verso l'alto, superando quota 144,78$, l'incremento potrebbe estendersi fino alla resistenza a 167,32$. Sopra tale livello verrebbe completato il pattern a triangolo ascendente, il cui target è posizionato a 251,64$.

Un crollo sotto la SMA a 50 giorni indebolirebbe il trend. In basso, il prossimo supporto è posizionato a 116,30$, e anche la uptrend line del triangolo ascendente è posizionato attorno a questo livello: a nostro parere reggerà. Un breakdown sotto la uptrend line renderebbe tuttavia invalido il pattern rialzista: i trader dovrebbero proteggere le rimanenti posizioni long con uno stop loss a 125$.

XRP/USD

Da qualche giorno Ripple (XRP) è aggrappato alla uptrend line del triangolo ascendente. Entrambe le medie mobili sono piatte e l'RSI è neutrale, dimostrando un equilibrio fra domanda e offerta.

XRP/USD

Se la coppia XRP/USD scivolasse sotto la uptrend line, il declino potrebbe estendersi fino al supporto a 0,27795$. Un ulteriore breakdown potrebbe portare ad un nuovo test del minimo annuale, a 0,24508$. I trader dovrebbero pertanto difendere le proprie posizioni long con uno stop loss appena sotto i 0,27795$.

D'altra parte, se la coppia riuscisse a superare quota 0,33108$, la criptovaluta potrebbe raggiungere la resistance line del canale discendente. Un breakout dal canale indicherebbe una probabile inversione del trend.

LTC/USD

Litecoin (LTC) ha nuovamente trovato supporto alla EMA a 20 giorni. Al momento i rialzisti sono riusciti a spingere il prezzo sopra la resistenza a 56,910$, chiaro segnale rialzista. In alto, il prossimo ostacolo è posizionato a 59,4494$: superato questo livello, prevediamo un'impennata prima a 65,5610$ e successivamente a 69,2790$.

LTC/USD

Nonostante le medie mobili in aumento siano un chiaro segnale rialzista, la divergenza negativa dell'RSI ci preoccupa. Se tuttavia l'RSI superasse la resistance line, si tratterebbe di un ulteriore segnale positivo.

La nostra visione rialzista verrebbe invalidata nel caso in cui la coppia LTC/USD scivolasse sotto la EMA a 20 giorni e il supporto a 47,2460$. I trader dovrebbero pertanto difendere le proprie posizioni long con uno stop loss a 50$.

EOS/USD

Da quattro giorni a questa parte EOS è riuscito a rimanere sopra la EMA. I continui tentativi dei ribassisti di spingere il prezzo sotto tale livello non hanno avuto successo, dimostrando la presenza di un forte desiderio d'acquisto ai livelli inferiori.

EOS/USD

Entrambe le medie mobili si stanno gradualmente spostando verso l'alto e anche l'RSI è positivo: a nostro parere i rialzisti tenteranno ancora una volta di superare la resistenza a 3,8723$ e si ottenere un'impennata verso i 4,4930$.

Tuttavia, nel caso in cui la coppia EOS/USD scivolasse dai livelli correnti e sotto la EMA a 20 giorni, il prezzo si correggerebbe fino a 3,1534$. Anche la SMA a 50 giorni si trova attorno a questo livello: si tratta di un supporto estremamente solido. Ma nel caso in cui i ribassisti riuscissero a spingere il prezzo sotto la SMA, il declino potrebbe estendersi fino a 2,1733$.

Lo stop loss per le proprie posizioni long andrebbe piazzato a 3,10$.

BCH/USD

Bitcoin Cash (BCH) sta tentando di superare l'area compresa fra i 120$ e i 140$. Un vigoroso rimbalzo dalla SMA a 50 giorni incrementerebbe le probabilità di un breakout sopra i 140$. Superato questo livello, la crescita della criptovaluta potrebbe estendersi fino all'area di resistenza compresa fra i 157,95$ e i 163,89$.

Storicamente la criptovalute ottiene improvvise impennate verticali: i trader dovrebbero spostare il proprio stop loss più in alto piuttosto che fissare i profitti ai livelli citati in precedenza. L'impennata potrebbe infatti raggiungere i 186,30$, o persino i 239$.

BCH/USD

Al contrario, se la coppia BCH/USD iniziasse a puntare verso il basso, rimarrebbe all'interno del range per qualche altro giorno. Il trend diverrebbe invece negativo in caso di breakdown sotto i 120$: in tal caso, il prossimo livello si troverebbe a 105$. Per il momento i trader dovrebbero piazzare i propri stop loss a 116$.

BNB/USD

Binance Coin (BNB) si è consolidato vicino alla resistenza a 15,9100517$. Non ha perso molto terreno, indicando che i rialzisti non sono ancora disposti a confermare i profitti sulle proprie posizioni.

BNB/USD

Il trend rimane fortemente rialzista, in quanto entrambe le medie mobili puntano verso l'alto e l'RSI è estremamente positivo. Questo incrementa le probabilità di un ulteriore breakout, che potrebbe spingere la coppia BNB/USD fino a 18$. I trader dovrebbero pertanto mantenere gli stop loss per le proprie posizioni long al breakeven.

La nostra visione positiva verrebbe invalidata nel caso in cui la coppia cambiasse direzione, scivolando sotto la EMA a 20 giorni. In basso, il prossimo supporto è la SMA a 50 giorni.

XLM/USD

Da qualche giorno Stellar (XLM) si sta lentamente spostando verso l'alto, ma fatica a superare la resistance line. Un breakout da questo livello potrebbe far impennare il prezzo a 0,13427050$. La EMA a 20 giorni punta verso l'alto e l'RSI è molto positivo: la strada più probabile è attualmente verso l'alto. I trader dovrebbero proteggere le proprie posizioni long con uno stop loss a 0,08$.

XLM/USD

Se, contrariamente alla nostra opinione, la coppia XLM/USD non riuscisse a superare la resistance line, il prezzo potrebbe scivolare fino alla EMA a 20 giorni, e successivamente alla uptrend line. Un ulteriore breakdown potrebbe portare ad un nuovo test dei minimi.

TRX/USD

Nonostante Tron (TRX) venga da qualche tempo scambiato sotto la EMA a 20 giorni, i ribassisti non sono riusciti a spingere il valore della moneta sotto i 0,02094452$: è presente un forte desiderio d'acquisto ai livelli inferiori.

TRX/USD

Poiché negli ultimi giorni la coppia TRX/USD è riuscita a rimanere vicina alla EMA, prevediamo un altro tentativo da parte dei rialzisti di spingere il prezzo più in alto. Superata la EMA a 20 giorni, il prossimo ostacolo darà la SMA a 50 giorni. L'ultima resistenza si trova a 0,02815521$, sopra la quale assisteremo all'inizio di un nuovo uptrend.

Al contrario, se la moneta dovesse ottenere un ribasso e scivolare sotto quota 0,02094452$, il declino potrebbe estendersi fino a 0,01830$. Quest'ultimo è un supporto estremamente importante: se venisse infranto, un nuovo test dei minimi diverrebbe probabile. Per il momento non sono presenti buone opportunità d'acquisto.

ADA/USD

Cardano (ADA) continua a rimanere range bound fra i 0,036815$ e i 0,051468$. Ha raggiunto il limite superiore del range, come già altre tre volte in passato. I rialzisti proveranno a superare questo ostacolo, mentre i ribassisti tenteranno di difenderlo.

ADA/USD

Poiché la EMA a 20 giorni è in aumento e l'RSI è positivo, prevediamo un breakout. Il target minimo di tale movimento è posizionato a 0,066121$: se venisse superato, il prossimo livello chiave si trova a 0,080$. I trader dovrebbero pertanto procedere con l'acquisto sopra i 0,0565$, mantenendo uno stop loss a 0,044$.

La nostra visione rialzista verrebbe invalidata nel caso in cui la coppia ADA/USD scivolasse verso il basso. In tal caso i movimenti range bound continuerebbero per qualche altro giorno. Il trend diverrebbe invece ribassista in caso di breakdown al di sotto del range.

I dati di mercato sono forniti dall'exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono forniti da TradingView.